Viaggi
Lascia un commento

BRUNCH! Ecco intanto la granola cocco e cioccolato.

In un brunch che si rispetti la granola con lo yogurt non può mancare. Anche se molto meno altisonante delle osannate “eggs Benedict” o delle più popolari “scrambled eggs”, è un must nelle colazioni americane…e non solo! Inventate da quel marpione di John Harvey Kellogg (si sì quello dei cornflakes!!!) nel 1878, è nientemeno che una miscela di fiocchi d’avena, frutta essiccata e miele. Superenergizzante la prossima volta faremo anche le barrette ma adesso via con una GRANOLA AL COCCO E CIOCCOLATO. Buona a colazione quindi in un brunch ci sta benissimo ma io la mangio anche da sola come spuntino….boh, mi piace.

image

INGREDIENTI PER UNA TEGLIA DA 25 X 40

– 400 grammi di fiocchi d’avena

– 70 grammi di semi di papavero

– 80 grammi di cocco grattugiato

– 80 grammi d semi di zucca

– 70 grammi di noci Brasiliane ridotte in granella

– 70 grammi di granella di nocciole

– 70 grammi di farina d riso

– 1/2 cucchiaio da caffè di sale

– 140 ml di olio di girasole

– 40 grammi di zucchero Muscovado

– 300 grammi di miele

– vaniglia

– cioccolato fondente fatto in piccoli pezzi (una stecca da 100 grammi sarebbe sufficiente ma se vi piace potrete anche esagerare un po’…)

P.S. i semi come la frutta secca è puramente indicativa. Metteteci quella che vi piace di più!!!

PROCEDIMENTO

– molto semplice: mescolare tutti gli ingredienti secchi

– su un fuoco casseruola con miele, zucchero, olio (anche vaniglia se l’avete liquida)

image

– appena inizia a bollire togliere dal fuoco, versare nel secco e mescolare in modo da amalgamare bene.

– facciamo una teglia con della carta da forno e versiamo tutto l’impatto stendendolo bene.

image

– andiamo in forno già a 145 gradi per 40 minuti. Togliamo la teglia e rigiriamo la granola per poi tornare al tri 20 minuti in forno. Infine aggiungiamo il cioccolato rigirando ancora e via altri 10 minuti in forno.

– lasciamo raffreddare e usiamola a piacimento!!! Potreste, al momento del servizio, aggiungere della frutta disidratata come il cocco in questo caso, ma ci sta bene anche mango, o perché no zenzero.

Si conserva 2/3 settimane al chiuso e a temperatura ambiente.

ALLA PROSSIMA E GRAZIE DELLA LETTURA !!!!!

samuele

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...